Refusi

Ogni libro contiene dei refusi. Perfino Il Signore degli Anelli, che va ad aggiungere a quelli di The Lord of the Rings gli errori di traduzione. Normalmente a questo punto gli autori dicono che gli errori sono loro e quello che c’è di buono è dovuto a chi li ha aiutati.

Noi invece, ispirandoci a Steven Skiena, andiamo controcorrente: se ci sono degli errori sicuramente è colpa di qualcun altro, se ne trovate segnalateceli in modo che possiamo trovare il colpevole e punirlo in modo adeguato. Intanto cominciamo a mettere quelli che abbiamo trovato noi…

Pag. 9 – La prima frase dell’introduzione (cominciamo bene…) dovrebbe essere “E’ in atto una rivoluzione: la produzione degli oggetti si sta spostando dalle grandi aziende – dove l’unica cosa che si poteva scegliere era il colore, purché fosse nero – alle singole persone, consentendo il massimo della variabilità.”. Colpevole: non individuato.

Pag. 28 – Per convenzione la data di nascita del WWW si intende il 6 agosto del 1991, giorno in cui Tim Berners-Lee ne postò una preve descrizione sul newsgroup alt.hypertext, non il 6 giugno come erroneamente indicato. Colpevole: individuato (concorso di colpa).

Pag. 146 – Il nome corretto della Sharebot è Sharebot (ma dai!) e non ShareBot. Colpevole: individuato (concorso di colpa).

Pag. 224 – La resistenza si misura in ohm, non in ff. I ff al massimo si usano su twitter, però di solito sono maiuscoli. Colpevole: individuato.

Pag. 290 – La definizione corretta di oggetto è la seguente: “La goccia è un oggetto, cioè è caratterizzata da una serie di operazioni (nel nostro caso aggiorna e disegna) e da uno stato che tiene memoria degli effetti di tali operazioni (le dimensioni e il colore).”. Non ditelo a Francesco. Colpevole: individuato.

2 comments for “Refusi

  1. 04/12/2013 at 2:57 pm

    pag 28 – il 6 giugno è il giorno di ricorrenza del D-Day (inizio dello sbarco in Normandia), non dello sgancio della bomba di Hiroshima

  2. Andrea Maietta
    04/12/2013 at 3:10 pm

    Grazie Carlo, hai ragione, il 6 giugno del 1944 è stato il D-Day. L’anno successivo, il 6 agosto, l’Enola Gay ha sganciato Little Boy. Un giorno decisamente sfortunato… serviva proprio una ricorrenza pacifica!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *